VIAGGIO IN MONTENEGRO

Graohovo - Monumento ai caduti partigiani
Graohovo - Monumento ai caduti partigiani

UN TUFFO NELLE BELLEZZE NATURALISTICHE, NELLE ATTRAZIONI STORICHE E CULTURALE, LUNGO LE STRADE DEI PARTIGIANI ITALIANI E JUGOSLAVI

(agosto-settembre 2017)

IL VIAGGIO
Questo è un viaggio storico-culturale che permette di visitare alcune delle località più belle e significative del territorio, ma anche di conoscere il paese, la sua storia, la sua cultura, i secolari legami tra l’Italia e il Montenegro.
Filo conduttore del viaggio è la vicenda ancora poco nota dei circa ventimila soldati italiani che, dopo l’8 settembre 1943, scelsero di non arrendersi ai tedeschi, aderendo alla resistenza di Tito e costituendo la divisione italiana partigiana Garibaldi.
Il percorso prevede un approfondimento sulle vicende più recenti legate alle guerre degli anni Novanta, all’indipendenza del 2006, allo sfruttamento turistico di oggi, anche grazie ai numerosi incontri con personalità culturali, attivisti politici e sociali.

A CHI È RIVOLTO
Il viaggio è rivolto a persone di tutte le età interessate a visitare il Montenegro con un approccio storico-culturale, e in particolare a chi voglia conoscere o approfondire la storia della resistenza italiana nei Balcani durante la seconda guerra mondiale.

LOGISTICA
Ritrovo e date: in base alle partenze dei voli dall’Italia abbiamo previsto due viaggi nei giorni 22-29 agosto e 2-9 settembre, in base ai voli voli low cost che atterrano a Podgorica da Milano. Costi approssimativi a/r: 220 euro in agosto, 130 in settembre.

Durata: 8 giorni, 7 notti.
Spostamenti: minibus da 9 posti noleggiato dalla ditta Nava rentacar. Sistemazioni notturne: in hotel dignitosi ma non di lusso

Partecipanti: è previsto un numero fisso di minimo 7 partecipanti per ognuno dei due viaggi (confermeremo la partenza quando avremo l’adesione sicura delle 7 persone, in caso contrario, restituiremo l’anticipo).

Prezzi: 850 euro a persona (supplemento di 100 euro per camere singole; sconti per studenti, giovani e precari). Sono inclusi tutti gli spostamenti, le sistemazioni notturne con mezza pensione (colazione e un pasto al giorno), l’assicurazione per tutta la durata del viaggio, le guide e le visite ai musei segnalati. È escluso il viaggio a/r per la località di ritrovo.

Pasti: la prima colazione (solitamente sia dolce che salata) è inclusa nella sistemazione notturna. A carico degli organizzatori è previsto un pasto completo con menù tradizionali (carne o pesce a seconda delle zone e delle richieste dei viaggiatori) in buoni ristoranti locali. Solitamente sarà all’ora di cena, ma in alcune situazioni potrebbe trattarsi anche di un pranzo, a seconda delle esigenze degli spostamenti e dei viaggiatori.

Raccomandazioni: Si raccomanda di portarsi valigie leggere, borse utili per gli spostamenti quotidiani (zainetto), vestiti comodi e adatti per ogni clima: l’escursione termica fra il mare e l’interno e fra il giorno e la notte potrebbe essere molto elevata. Si consiglia di attrezzarsi con abiti e scarpe adatte alla pioggia. Inoltre in alcune località sarà possibile fare rapidamente il bagno durante le soste.

È sufficiente la carta d’identità valida per l’espatrio con scadenza almeno tre mesi dopo il viaggio.

Monete: pur non appartenendo all’UE, in Montenegro si usa l’euro.

Incontri e attività culturali: durante il viaggio sono previsti incontri a carattere culturale, con intellettuali, storici, attivisti politici, alcuni dei quali dedicati specificatamente alla storia della Resistenza in Montenegro. Sono previste inoltre visite a musei, monasteri, monumenti, luoghi della memoria e altre località di interesse storico e culturale. La maggior parte di queste attività sono incluse nel programma e risulteranno a carico degli organizzatori.

Viaggia con noi!

LE GUIDE
Accompagneranno i viaggiatori due guide d’eccezione: Vesna Šćepanović e Eric Gobetti. Attraverso la loro esperienza e la loro conoscenza dei luoghi e della lingua, sarà possibile comprendere profondamente i temi affrontati e i luoghi attraversati durante il tragitto e apprezzarne ogni sfumatura.

Eric Gobetti (Torino) è un storico freelance, autore di numerosi libri di storia sulla seconda guerra mondiale e sulla Jugoslavia nel Novecento, tra i quali Alleati del nemico. L’occupazione italiana in Jugoslavia (Laterza). Ha inoltre pubblicato il diario-reportage Nema problema! Jugoslavie, 10 anni di viaggi (Miraggi) e ha realizzato il documentario. Partizani. La Resistenza italiana in Montenegro. Ha appena portato a termine il suo ultimo progetto, sul centenario dell’attentato di Sarajevo, realizzando un libro (Sarajevo Rewind. Cent’anni d’Europa) e un film (Sarajevo Rewind 2014>1914).

Vesna Šćepanović (Podgorica) è giornalista, attrice, attivista politica. Lascia il Montenegro per scelta durante la guerra, all’inizio degli anni Novanta, e nel 1993 si trasferisce a Torino. Collabora con il settimanale montenegrino “Monitor” e mantiene stretti legami culturali con il suo paese. A Torino lavora presso le scuole con la compagnia Alma teatro, in particolare sui temi della condizione delle donne e del fenomeno migratorio. Negli istituti penitenziari svolge laboratori di lettura e scrittura autobiografica e fa parte di diversi gruppi impegnati nella cooperazione internazionale con l’area ex jugoslava.

Contatti:

[email protected]

3401451721

[email protected]

3485179861
pagina facebook: facebook.com/divisione.garibaldi

Tappe previste
(potranno subire leggere variazioni)

I giorno
PODGORICA-VIRPAZAR
Arrivo dall’Italia e sistemazione in albergo. Visita alla località di Virpazar, centro della prima insurrezione, il 13 luglio 1941, e gita al lago di Scutari. Rientro e notte a Podgorica.

II giorno
CETINJE
Visita in giornata alla città di Cetinje, la vecchia capitale montenegrina, e rientro a Podgorica. Incontro con storico/attivista locale. Notte a Podgorica.

III giorno
MANASTIR MORAČA-KOLAŠIN-PLJEVLJA
Partenza per il nord del Montenegro e visita al Monastero Morača. Pranzo e breve gita nei dintorni di Kolašin. Visita al ponte di Djurdjevića Tara, sul kanjon più profondo d’Europa. Arrivo e sistemazione a Pljevlja.

IV giorno
PLJEVLJA-ŽABLJAK
Visita di Pljevlja, incontro con le istituzioni locali, breve commemorazione al monumento della divisione Garibaldi. Trasferimento e notte a Žabljak.

V giorno
ŽABLJAK-CRNO JEZERO-KOTORSKA BOKA
Visita di Žabljak e gita al lago Nero (crno jezero, 1500 metri), dove aveva sede il comando partigiano nel 1942-1943. Trasferimento verso sud e notte nelle bocche di Cattaro, presso Herceg Novi.

VI giorno
MAMULA-KOTOR
Gita in barca e visita all’isola-campo di concentramento di Mamula, in procinto di diventare resort hotel di lusso. A seguire trasferimento a Kotor e visita della città. Notte a Kotor.

VII
SVETI STEFAN-BUDVA-PODGORICA
Trasferimento lungo il mare, sosta per vista panoramica sull’isola di Sveti Stefan. Visita di una località costiera e rientro in serata verso la capitale. Notte a Podgorica.

VIII
ITALIA
Trasferimento in aeroporto e rientro in Italia.